I diari della rivoluzione

I diari della rivoluzione
Negli anni Novanta in Egitto si poteva appena bisbigliare il nome di Mubarak. Al telefono si evitava di parlare di politica e di fare qualsiasi battuta sul presidente. Oggi, a distanza di vent’anni, milioni di egiziani hanno avuto il coraggio di ribellarsi contro la dittatura, affrontando i lacrimogeni, le pallottole di gomma e i proiettili ...

Cina, la società armoniosa. Sfruttamento e resistenza degli operai migranti, di Pun Ngai

Cina, la società armoniosa. Sfruttamento e resistenza degli operai migranti, di Pun Ngai
Dietro le vetrine del Made in China si intravvede ben poco delle condizioni di vita e di lavoro di quanti producono nell’Officina del mondo. Questo libro di Pun Ngai e di vari coautori getta un fascio di luce sulle condizioni delle operaie e degli operai cinesi ormai inseriti nel capitalismo globale. Non dalla campagna alla ...

90 giorni, di Bill Clegg

90 giorni, di Bill Clegg
Novanta giorni è l’obiettivo. Novanta giorni puliti per uscire dal buio, solo novanta giorni. La sostanza di Bill è il crack. Ma le crisi di astinenza, le ricadute, il rehab si ripetono per ogni dipendenza. Novanta giorni è infatti la storia di chiunque sia caduto, almeno una volta, in quella spirale. È la storia di ...

L’isola dei pinguini, di Anatole France

L'isola dei pinguini, di Anatole France
Anno mille, più o meno. Un vecchio monaco quasi cieco sbarca su un’isola bretone popolata di pinguini. Scambiandoli per esseri umani li battezza. Peccato che, dalla conversione in poi, i pinguini sviluppino avidità e invidia, prepotenza e conformismo, ambizioni e vergogna. “L’isola dei pinguini” è l’esilarante racconto – dagli albori cristiani all’impegno borghese – del ...

Limonov, di Emmanuel Carrère

Limonov, di Emmanuel Carrère
Limonov non è un personaggio inventato. Esiste davvero: «è stato teppista in Ucraina, idolo dell’underground sovietico, barbone e poi domestico di un miliardario a Manhattan, scrittore alla moda a Parigi, soldato sperduto nei Balcani; e adesso, nell’immenso bordello del dopo comunismo, vecchio capo carismatico di un partito di giovani desperados. Lui si vede come un ...

Faccia al muro, di Cesare Battisti

Faccia al muro, di Cesare Battisti
“La si rispetta, in prigione, la passione oscura. A volte qui è così densa da poterla toccare. Parlo di quel recluso che fissa il soffitto nell’attesa che il rumore secco dell’acciaio contro l’acciaio arrivi ad annunciargli una visita, gli dia un segno di vita. Parlo anche del fischiettio ripetuto, ritornello incessante di una canzone; della ...

La salsa del diavolo, di Paolo Ferrero

La salsa del diavolo, di Paolo Ferrero
“… non essendo un letterato di professione non potevo (né m’interessava, a dirla tutta) scrivere l’ennesimo saggio letterario sullo scrittore albese Beppe Fenoglio (Alba 1922 – Torino 1963), il cantore più autentico del mondo contadino langhigiano (La Malora; I racconti) e della Resistenza partigiana (I ventitrè giorni della città di Alba; Il Partigiano Johnny; Una ...

L’amore, la morte e il basilico, di Pierpaolo Pracca

L'amore, la morte e il basilico, di Pierpaolo Pracca
Leggere Izzo vuol dire entrare in un rapporto di pelle con certe strade, locali, con un’umanità disperata, pulsante, che non possiamo fare a meno di amare. Vuol dire farsi assorbire dagli odori: quello del basilico, delle spezie che si trovano nei mercati rionali; ma anche odore di voluttà, di sangue. Effluvi pregnanti che ricordano l’Oriente. ...

I guerrieri della notte, di Sol Yurick

I guerrieri della notte, di Sol Yurick
È la sera del 4 luglio, e la violenza corre sfrenata per le strade, esplodendo insieme ai fuochi d’artificio dei festeggiamenti patriottici. Nel Bronx, la polizia tenta di far cadere in un’imboscata i capi di tutte le gang cittadine. Tutto a un tratto, sei membri dei ‘Guerrieri’ (i dominatori di Coney Island) si ritrovano soli ...

You’ll never walk alone, a cura di Rocco De Biasi

You'll never walk alone, a cura di Rocco De Biasi
“You’ll never walk alone”, l’inno della Kop, la curva dei tifosi del Liverpool, è un emblema della cultura dei supporter d’oltremanica. Il mito del tifo calcistico inglese, se da un lato si concretizza nell’immagine violenta dell’hooligan, dall’altro trae forza dal culto dello stadio, dai rituali e dalle modalità di incitamento collettive, corali e spettacolari che, ...