I prossimi eventi in libreria

Apr
20
Gio
2017
Dentro l’esodo, migranti sulla via europea
Apr 20@18:30–20:00
Dentro l’esodo, migranti sulla via europea

PER IMPEGNI DI LAVORO SOPRAGGIUNTI DELL’AUTORE L’INIZIATIVA E’ SPOSTATA A DATA DA DESTINARSI. VI COMUNICHEREMO AL PIU’ PRESTO UNA NUOVA DATA

 

Emanuele Confortin presenta

Dentro l’esodo, migranti sulla via europea

È il 2011 quando Emanuele Confortin conosce per la prima volta l’esodo, nelle pianure
del Pakistan meridionale sfiancate dalle alluvioni. Poi ancora più a nord, sulla via
per l’Afghanistan dove infuria la guerra ai talebani, causa di una continua emorragia di
esseri umani, costretti a fuggire dalle proprie case. Chiamateli come volete. Profughi,
rifugiati o migranti. Alle loro spalle c’è la guerra, e come un tizzone ardente brucia
senza sosta. Seguono persecuzioni, fame, miseria e cambiamenti climatici.
La via europea passa per il Medio Oriente. In Iran, Iraq e Turchia, quindi in Siria,
dove gli scontri hanno reso le case un inferno in terra. Partono in molti, centinaia di
migliaia, attraverso i deserti, le frontiere e il mare.
La loro sopravvivenza, l’essersi salvati ha avuto un costo, saldato con la vita dei figli,
dei fratelli e delle sorelle, dei padri e delle madri, degli amici inghiottiti dal luogo un
tempo chiamato Patria.
Solo l’esperienza diretta riesce a spiegare l’esodo. Vissuta sul campo, dall’Asia al
Mediterraneo, poi a nord, di confine in confine, nel fitto delle tendopoli o sulle strade
dei Balcani. L’importante è vedere, ascoltare e provare a comprendere le migrazioni
del nostro tempo.
In queste pagine, reportage e analisi si intrecciano come trama e ordito, proponendo
una narrazione precisa e documentata, arricchita da una selezione di foto indispensabile
per entrare con forza negli eventi, e cogliere appieno il valore di questa
testimonianza.
Emanuele Confortin è giornalista e fotoreporter indipendente, specializzato in Asia Meridionale.
Si occupa principalmente di aree di crisi, migrazioni, minoranze e strategie energetiche, pubblicando
per diversi quotidiani e riviste. Laureato in Lingue e Civiltà Orientali a Cà Foscari con
un lavoro di ricerca incentrato sulla figura dei grokch, gli oracoli del Kinnaur, distretto tribale
dell’Himalaya indiano. Parte dell’etnografia è stata pubblicata in ‘Mostri, spettri e demoni dell’Himalaya’,
a cura di Stefano Beggiora (Meti Edizioni). Ha lavorato in modo estensivo in India, in
Pakistan, Cina, Iran, Turchia, Palestina, Grecia e Balcani. Dal 2011 segue le rotte migratorie
che dall’Asia al Medio Oriente puntano in Europa. È direttore del blog Indika.it, cofondatore e
condirettore della rivista Alpinismi. Fa parte di Oficine Fotografiche.

Set
27
Mer
2017
L’album dei mostri in libreria
Set 27@18:30–22:30

ATTENZIONE! LA PRESENTAZIONE E’ RIMANDATA A DATA DA DESTINARSI!

L’ALBUM DEI MOSTRI…

“L’album dei mostri” è un libro illustrato nato per gioco, dove troverete mostri di qualsivoglia forma, inventati da Marta Diana Tagliabue e disegnati da Luigi Zetti …
(Dalla prefazione) “……
Complici gli intrighi di Emi, io e Luigi cominciammo da subito a capirci molto bene.
Ci stuzzicava l’idea del moderno glossario di mostri, ci piaceva il fatto che nascessero dagli incubi e dai sogni (quelli di Marta), ci gasava il fatto che prendessero vita propria attraverso le pagine di un albo e che cominciassero a viaggiare per la città.
Quindi eccovi un nuovo avvento, un manuale del mostro contemporaneo che non per forza fa paura, non più di un vicolo periferico e dimenticato dalla giunta comunale, tutto nostrano , tutto meneghino.
In un periodo dove i super eroi ed i super cattivi si scavalcano a vicenda fra lo schermo e le edicole, ce n’era proprio bisogno di mostri “normali”?
Si! Come non mai!
Da Marta che sogna a Luigi che disegna, attraverso un viaggio quasi terapeutico fra le paure del mondo moderno, con lo scopo di: esorcizzarle, capirle, adottarle come bagaglio culturale collettivo.”

libro ilustrato
70 pagine
colore
______________________________________________________

Durante la presentazione:
_presenza degli autori
_esposizione tavole originali
_rinfresco a sottoscrizione

 

organizzato da Libreria Les Mots e Ratzo

Mag
23
Mer
2018
Canti di libertà
Mag 23@18:30–20:00
Presentazione cantata di Bakunin il demone della rivolta, di Alessio Lega edizioni Eleuthera
E del progetto Libertaria
Con Alessio Lega, autore e cantautore
ed Eugenia Lentini, Luciano Lanza e Guido Salvini rivista Libertaria
 
Il libro
Michail Bakunin (1814-1876), nato nobile e morto in miseria, attraversa impetuosamente il suo secolo in nome di un’idea esagerata di libertà che sconvolge l’immaginario politico europeo. Pensatore rivoluzionario che tempra le sue idee nel fuoco dell’azione, accorre in difesa delle barricate di mezza Europa, collezionando condanne a morte in vari imperi e sopravvivendo a carcerazioni durissime. Deportato in Siberia, scappa – su slitte, cavalli, treni e velieri – per tornare lì dove la rivoluzione lo chiama: in un’Europa in ebollizione in cui lo aspettano altre barricate e altre insurrezioni. Vinto ma non domato, muore usurato da una vita segnata da mille sfide mentre – irresistibilmente – sta progettando nuove rivoluzioni e nuovi mondi.
Guarda il video di Alessio Lega
La rivista
Libertaria, rivista trimestrale, nasce nel 1999 dall’esperienza della rivista Volontà, che dal 1946 al 1996 ha segnato profondamente l’evoluzione del pensiero anarchico e libertario. L’attualità libertaria è un luogo in cui il pensiero della libertà, dell’eguaglianza e della valorizzazione delle differenze trova la possibilità di manifestare tutta la sua complessità. Al centro della riflessione la volontà dell’individuo di pensare oltre il potere: le esperienze internazionali di nuova socialità, la critica alla rappresentazione idelogica del neoliberismo, il dibattito storico, letterario e scientifico.

 

Apr
5
Ven
2019
Green Hell
Apr 5@18:00–19:30
Green Hell

Alex Crippa e Francesco Castelli presentano Green Hell

È arrivata l’Apocalisse Verde! Vegetazione e insetti hanno preso il sopravvento sulla civiltà ingigantendosi a dismisura, i pochi sopravvissuti devono combattere per trovare cibo e… spazzatura. Gli unici veicoli utilizzabili sono infatti quelli che hanno un motore a riciclo rifiuti, che però scarseggiano in questo mondo verdeggiante. Quando Judy, la nostra giovane e scaltra eroina, verrà a sapere di una mega discarica ai confini della sua città-giungla, partirà alla sua ricerca sfidando predoni, insetti giganti e pericoli di ogni tipo! Ma esiste davvero Trash Island?

TaTaiLab fumetti

Giu
28
Ven
2019
Grande Festa d’Estate!
Giu 28@18:30–22:30
Grande Festa d'Estate!
Aperitivo e presentazione de Il mio amico incubo (Shockdom editore)
a seguire birrette e distro con Silly Nostalgic Kids per la grande e consueta festa estiva della libreria!!!

“Tre personaggi letteralmente diversi, sia per indole che per carattere, sono i protagonisti di “Il mio amico Incubo”, la storia di Valsecchi, Castelli e Grassini che fa parte della nuova collana YUM! dedicata al più piccoli, ma che sa conquistare anche i più grandi”

“Una storia divertente ma anche tenera, che svelerà l’importanza dell’amicizia, ma anche dei ricordi. L’affrontare le proprie paure per non perdersi e chiudersi nel proprio mondo, ma aprirsi a nuove e stimolanti avventure”

 

Silly Nostalgic Kids: Instagram; Facebook

Shockdom: Instagram; Facebook