I prossimi eventi in libreria

Ott
5
mer
2016
Ottant’anni dopo: la Guerra di Spagna nel mito e nella storia
Ott 5@18:30–20:00
Ottant'anni dopo: la Guerra di Spagna nel mito e nella storia

presentazione del libro:

La mia guerra di Spagna di Mika Etchebéhère, Ed. Alegre 2016

ne parliamo con Tatiana Bertolini di Storie in Movimento-Zapruder

Introduzione di Sergio D’Amia

 

La mia guerra di Spagna è scritto come un romanzo, e come un romanzo si legge, seguendo l’accadere degli eventi collettivi e lo svolgersi delle personalità individuali. Ma quel che viene narrato in questo libro -che esce giusto a ottanta anni dagli avvenimenti che racconta- in realtà, è ben altro: è un punto nodale di una storia reale, la vicenda di singoli coinvolgimenti personali nella prospettiva di una radicale rivoluzione sociale, e la viva rappresentazione di un secolo, quel Novecento, che ora ci viene presentato come cancellato dalla storia, sepolto dai rottami dei suoi fallimenti, dalla narrazione delle atrocità delle guerre, dalla caduta dei miti e delle ideologie.

 

Ott
15
sab
2016
Noi viviamo in periferia
Ott 15@17:00–19:00
Noi viviamo in periferia

Lettura-Spettacolo di

NOI VIVIAMO IN PERIFERIA

Tutto quello che mi serve veramente sapere l’ho imparato in Bovisa
Di Stefano Pellegrini e Giancarlo Mongelli

Un ironico contro-racconto delle periferie di Milano

«Bovisa è una brutta zona, insistono.
Io spiego che d’estate, quando torno a casa verso le 10 di sera, trovo ancora bambini egiziani, cinesi ed ecuadoregni che giocano nelle povere giostre di piazza Schiavone. Sciocchezze, mi rispondono, non sono bambini, sono nani che spacciano droga.»

Onda D’urto Edizioni

Visita il blog noiviviamoinperiferia.net

 

Ott
28
ven
2016
Doppiamente buono!
Ott 28@18:30–20:00
Doppiamente buono!

Cucinare comporta scelte vitali per la salvaguardia dell’ambiente e della propria salute: come creare dei menù sostenibili? Lo vedremo durante l’incontro dove si sperimenteranno facili esercizi di consapevolezza alimentare e si giocherà a creare ognuno il proprio ritratto alimentare. Scopriremo come usando l’innata sensibilità e saggezza del proprio corpo, in un approccio mindfulness, si evita sia la medicalizzazione del cibo sia il dominio dell’industria alimentare. Si conquista libertà e responsabilità, si può concorrere alla possibilità di nutrire in modo sostenibile un mondo sempre più affollato. Preparando un’insalata, con la giusta prospettiva, ci si nutre e si fa allo stesso tempo dell’etica, della macroeconomia, della auto-terapia, dello yoga e, in casi felici, della poesia

Sarà offerto piccolo aperitivo sostenibile

Emina Cevro Vukovic, Doppiamente buono, la sostenibilità nel piatto, racconti, approfondimenti, 28 menu stagionali equilibrati, 160 ricette mindfulness di una yoghini tantrica, Collana Yoga Journal, Morellini Editore.